MOTOPOMPA AUTOADESCANTE PER ACQUA

Guida alla scelta - Cosa sapere sulla pompa per acqua

Le varie specifiche tecniche da consultare e le molteplici caratteristiche da valutare possono rendere complicato effettuare la scelta di una motopompa.

Io e il mio staff, con l’obiettivo di guidarti nell’ acquisto di una nuova pompa per acqua o motopompa, abbiamo creato questa semplice guida per aiutarti, semplificando alcuni termini tecnici e offrendo una panoramica generale sugli utilizzi e le peculiarità dei vari modelli.

Ricorda che potrai sempre contattarci e parlare direttamente con noi per qualsiasi richiesta o informazione.


1.Indicazioni generali sulle motopompe.

1.1.Cos'è una motopompa?


La motopompa o pompa a scoppio è un dispositivo meccanico che permette di spostare l’acqua da un punto di prelievo (o aspirazione) ad un punto di uscita (o mandata), utilizzando l’energia ricavata dal funzionamento di un motore a scoppio.

​Parliamo quindi di un prodotto che permette di spostare grandi quantità di acqua in assenza di corrente elettrica, con motori a 2 o 4 tempi che possono essere alimentati a benzina o a diesel. Le pompe acqua alimentate a diesel sono generalmente più rumorose e utilizzate per sessioni di lavoro prolungate, mentre le pompe acqua benzina sono utilizzate per sessioni più brevi e sono molto più silenziose.

​Sono di rado installate in postazione fisse e, proprio per aumentarne la praticità, sono costruite in modo da ottimizzare peso e dimensioni, in modo da renderla facile da spostare e posizionare ove se ne renda necessario l’utilizzo.

Per la costruzione vengono utilizzati materiali leggeri e con altissime prestazioni ( lega di alluminio e tubolari in acciaio ) e necessitano di poca manutenzione che, se eseguita secondo le regolari indicazioni, permette di mantenerne l’efficienza nel corso del tempo.

​Al giorno d’ oggi i produttori di pompe continuano a innovare e migliorare questo tipo di prodotto, in modo da adattarsi e rispettare gli standard di sicurezza necessari anche in contesti abitativi e domestici, nonché’ migliorarne prestazioni e praticità di utilizzo.

Vedi qui le motopompe disponibili nel nostro catalogo


Motopompa Rato Autoadescante per spostamento grandi quantità di acqua
Esempio di motopompa

1.2. Tipologie di pompe: di superficie o sommersa

Con il passare del tempo, le necessità comuni per il trasporto, il trasferimento e l’utilizzo dell’acqua hanno reso necessaria la costruzione di diverse tipologie di pompe, specifiche per caratteristiche intrinseche legate alla posizione di lavoro della pompa, alla profondità di pescaggio e al tipo di acqua da trattare.

​Per esempio, pensando alla posizione della motopompa, possiamo considerare:


  • Motopompe di superficie: questo tipo di pompa acqua permette di prelevare il liquido restando posizionata in superficie e può essere utilizzata se il punto di pescaggio non supera i 7/8 m. di profondità. Il prelievo viene effettuato tramite un tubo che porta l’acqua all’interno della pompa per farla fuoriuscire da un altro tubo (di mandata). Pratiche da utilizzare, compatte e affidabili.

  • Pompe sommerse: questo tipo di pompa acqua va utilizzata quando il pescaggio è a grandi profondità (dai 7/8 m.) e funziona sfruttando la pressione creata dall’acqua attorno a se. Lavorando in profondità, risulta essere più silenziosa rispetto alle pompe di superficie.


1.3. Specifiche tecniche per motopompa autoadescante

Per valutare l’acquisto di una motopompa occorre conoscere alcune caratteristiche principali, per poter comprendere se la pompa acqua può soddisfare le esigenze relative all’utilizzo che ne desideri fare.


  • Profondità di aspirazione: la distanza massima tra la pompa e il punto di pescaggio

  • Prevalenza: il dislivello massimo tra la pompa e il punto di mandata

  • La motorizzazione: motore diesel per utilizzo intensivo, motore benzina per uso frequente o occasionale

  • La lunghezza del tubo di mandata: la lunghezza del tubo di uscita dell’acqua può determinare delle perdite di carico

  • La pressione: in caso in cui la pompa alimenti o azioni determinate apparecchiature che richiedono un valore minimo di pressione

  • La portata: la quantità di acqua che la pompa è in grado di movimentare in un periodo di tempo (solitamente litri al minuti o metri cubi all’ ora)

  • Il tipo di acqua da trattare: la presenza di detriti, solidi o sostanze particolari nell’ acqua (acque chiare, nere, sostanze chimiche, ecc…)


Motopompa autoadescante esempio di rapporto tra portata e prevalenza
Rapporto tra portata e prevalenza

2. MOTOPOMPE A SCOPPIO: DIVERSI TIPI DI ACQUA

E’ fondamentale per la scelta della motopompa corretta conoscere il tipo di utilizzo finale e, soprattutto, il tipo di acqua che la pompa dovrà movimentare. Riempire una piscina, irrigare il giardino o il frutteto richiederà un certo tipo di motopompa; svuotare un pozzo nero, uno stagno o lo scavo di un cantiere o in un terreno, richiede caratteristiche della pompa più specifiche e particolari.


2.1. Granulometria

Il tipo di acqua da trattare è specificato dalla grandezza dei detriti o dei materiali presenti in superficie.

  • ACQUE CHIARE: dimensione dei solidi inferiori a 5 mm.

  • ACQUE SCURE: dimensione dei solidi tra i 5 e i 20 mm.

  • ACQUE MOLTO CARICHE: dimensione dei solidi superiori ai 20 mm.


Motopompa per acque chiare
Acque chiare






Motopompe acque scure
Acque scure
















2.2. Motopompa acque chiare

Le acque pulite e prive di impurità vengono definite quindi acque chiare. Le motopompe per acque chiare sono perfette per l’utilizzo in contesti domestici e professionali. Si presentano solitamente con strutture compatte, in versioni più leggere e versatili prive di telaio in acciaio oppure, con l’aumentare della grandezza del motore e delle caratteristiche tecniche della pompa, dotate di telaio tubolare in acciaio che ne aumenta la robustezza e la resistenza ai possibili urti. Un set di gommini in plastica, posti nella parte inferiore del telaio, rende la pompa più stabile e consente di assorbire meglio le vibrazioni.​ Sono adatte per utilizzi in agricoltura, per l’ irrigazione di campi, giardini, frutteti, riempire piscine e spostare acqua da vasche o cisterne, per emergenza e drenaggio di acqua da locali allagati, come cantine, garage o seminterrati. ​ Vedi le pompe per acque chiare presenti nel nostro store.

Motopompa Rato autoadescante Acque Chiare RT50ZB26-3.6Q in offerta su Gastoneonline.it
Motopompa acque chiare Rato RT50ZB26-3.6Q

2.3. Motopompa acque nere (o scure)

Le acque nere sono generalmente caratterizzate dalla forte presenza di detriti e sporcizia. Questo tipo di pompa per acqua è solitamente corredata da un filtro protettivo in metallo, atto a preservare l’integrità del circuito della pompa dal passaggio dei solidi presenti nell’acqua. Vengono utilizzate per il trattamento di acque provenienti da cantieri, stagni e pozzi sporchi. Per consentire il passaggio dei solidi prevedono generalmente tubi di diametro più ampio.

3. TIPO DI ADESCAMENTO POMPA ACQUA A SCOPPIO

3.1. Motopompa con adescamento manuale

Le motopompe con adescamento manuale richiedono un intervento manuale ad ogni utilizzo, con un serbatoio apposito, per consentire il riempimento del condotto di aspirazione ed evitare il surriscaldamento del dispositivo.


3.2. Motopompa autoadescante

La pompa acqua autoadescante non necessita di di riempimento del condotto di aspirazione. E’ in grado quindi di far fuoriuscire automaticamente l’aria nelle tubature durante la procedura di avvio, consentendo il procedere del successivo processo di aspirazione dell’acqua in completa autonomia. Una volta riempito il serbatoio della pompa della pompa il funzionamento procederà in automatico senza dover intervenire nuovamente. E’ evidente il grande vantaggio della pompa acqua di questo tipo: la praticità d’uso raggiunge il massimo livello e il sistema di autoadescamento permette di raggiungere altezze di pescaggio maggiori (fino a 8 metri).


4. TIPO DI MOTORE MOTOPOMPA AUTODESCANTE: BENZINA O DIESEL


4.1. Motore diesel

Le pompe allestite con motore diesel sono generalmente ad alta potenza, con un sistema di avviamento spesso di tipo elettrico e una struttura più complessa. Sono da prendere in considerazione quando è richiesto un utilizzo della pompa intensivo e regolare, quando non ci sono esigenze particolari riguardo al rumore (raggiungono elevati livelli di emissione sonore) e in ambiti di tipo professionale (ad esempio antincendio). Solitamente più costosa rispetto ai modelli a benzina, richiede manutenzione più approfondita (cambio filtri, pulizia di iniettori, sistema di start, candele, ecc…) e sono spesso poggiate su telaio con ruote, necessario per spostamenti pratici.


4.2. Motopompa benzina

Le motopompe a benzina sono moto diffuse, in quanto ottimali per l’utilizzo in ambito domestico e professionale e caratterizzate da grande versatilità: lo standard è oramai orientato su allestimenti di motori a 4 tempi, molto più efficienti e potenti rispetto ai motori ai 2 tempi. Sono adatte per diversi tipi di impieghi: per drenaggi, riversamenti e irrigazione con diversi livelli di intensità e durata, con preferenza per utilizzi per lo più occasionali o comunque non continui. La manutenzione è limitata al cambio candele, filtri e lubrificante e, generalmente, permette di risparmiare sui costi rispetto alle pompe diesel. Le pompe acqua a benzina sono più semplici da maneggiare e trasportare, in quanto più leggere e di dimensioni più compatte e, non meno importante, sono di gran lunga più silenziose se paragonate con le omologhe diesel. ​ Vedi tutte le motopompe a benzina

Motopompa autoadescante Rato per piscine
Utilizzo domestico piscina







Motopompa autoadescante Rato per irrigazione giardino
Utilizzo domestico irrigazione giardino













5. CONSIGLI FINALI PER L'UTILIZZO

Per concludere questa panoramica generale, di seguito indichiamo alcuni piccoli consigli che puoi tenere in considerazione prima, durante e dopo l’utilizzo della motopompa. ​ - Prima di ogni utilizzo verificare i livelli di carburante e lubrificante: azionare la pompa con basso livello di lubrificante potrebbe causare danni irreparabili al motore. Oltre ai liquidi, è bene controllare anche lo stato dei filtri, per mantenere la pompa efficiente. - Controllare i fissaggi dei tubi e dei raccordi: uno degli incidenti più comuni è dovuto allo sganciarsi dei tubi non collegati o fissati correttamente. - Riempire il serbatoio autoadescante prima dell’ avvio della pompa, fino al traboccare dell'acqua dal serbatoio. Azionare la pompa questa accortezza potrebbe creare gravi danni. - Quando si avvia la pompa con il meccanismo a strappo, non rilasciare di colpo la cordicella ma accompagnarla in sede, in modo da evitare colpi al motorino di avviamento. - Durante l’ utilizzo è bene tenere la pompa su una superficie piana, in modo da evitare fuoriuscite di carburante. - La pompa, durante l’utilizzo, emette calore e fumi di scarico, pertanto è consigliato posizionarla in un luogo adatto a se stante ed evitare di toccarla o starle vicino durante il funzionamento.